2 gennaio 2012

Orgoglio e Pregiudizio di Jane Austen: trama e contesto

In piena fioritura romantica, in Inghilterra c'è una donna in particolare che riesce a distinguersi per la propria abilità in qualità di scrittrice e per il peso e la dignità conferiti al romanzo ottocentesco: Jane Austen
I suoi romanzi tuttavia, tra cui "Emma" e "Orgoglio e pregiudizio", nonostante l'esplosione romantica abbia già investito in pieno la poesia, sono ancora piuttosto ancorati alle linee ideologiche e poetiche del periodo Illuminista, con tutto il repertorio di misura, equilibrio, razionalità ed eleganza che l'hanno contraddistinto, seppur l'analisi dei sentimenti e le passioni dei protagonisti avvicinino il romanzo al sentire dell'era romantica.
Si tratta di opere ambientate in una cornice domestica, quotidiana o, più spesso, nei salotti, in cui attraverso le tipiche conversazioni dei gentiluomini e delle gentildonne del periodo, l'autrice ha modo di dare libero sfogo ad una gradevolissima vena satirica. In "Orgoglio e pregiudizio", in particolare, Jane Austen indugia parecchio sull'analisi dei caratteri dei personaggi, sulle loro miserie, debolezze e vanità. Ampio spazio inoltre viene dato alle piccole beghe familiari, a quegli intrighi di provincia intrisi di maldicenze e pettegolezzi cui la scrittrice guarda con occhio critico seppur leggero. Il tutto poi si srotola agevolmente grazie ad una scrittura fluida, controllata, intelligente, elegantemente sobria che rende "Orgoglio e pregiudizio" un vero e proprio capolavoro.
Ma gustiamoci la trama di questo gioiellino letterario.
Trama
Il romanzo è ambientato negli ultimi anni del Settecento e ha per protagoniste le sorelle Bennet, ragazze nate e cresciute in Inghilterra in una cittadina di provincia e membri di una famiglia di modeste condizioni sociali. L'azione parte dall'avvicinamento di una delle sorelle, Jane, ad un ricco gentiluomo di nome Charles Bingley, già conteso da varie pretendenti. La relazione sentimentale tra Jane e Charles in particolare incontra la disapprovazione delle sorelle del giovane Bingley, le quali, pur di liberarsi della ragazza, socialmente inferiore al fratello, chiedono a Darcy, un amico di famiglia, di intervenire per dividere la coppia di amanti. Charles infatti, poco dopo, rimane vittima degli intrighi e degli inganni orditi alle sue spalle e la relazione con Jane naufraga esattamente come sperato dalle sorelle Bingley. 
Un imprevisto però interviene a rimescolare le carte. Darcy infatti - anch'egli ricco e conteso - durante le manovre per sabotare la relazione tra Jane e Charles, si innamora di Elizabeth, l'altra sorella Bennet e sta quasi per chiederla in sposa. Tuttavia l'orgoglio di classe e il pensiero dell'inferiorità sociale della ragazza induce Darcy ad una repentina retromarcia che offende gravemente Elizabeth, la quale decide di partire e di lasciarsi la storia con l'uomo alle spalle. Darcy però si ravvede ben presto e così raggiunge l'amata. Ma per dimostrare di essere effettivamente cambiato, Darcy deve dimostrarlo ed è così che si mette in azione per agevolare, appoggiare e sostenere economicamente una relazione tra un'altra sorella di Elizabeth e un giovane ufficiale.
Come nel migliore degli happy ending, la storia si conclude con le nozze tra Darcy ed Elizabeth, e la riconciliazione e le nozze di Charles e Jane.


(Foto di P373 - Flickr - CC)
-->

3 commenti:

  1. Mi è servito per un approfondimento per scuola! Grazie mille ho preso un bellissimo voto! :D <3

    RispondiElimina